Piantare i Ciclamini con i Bulbi e con i Semi

Piantare i Ciclamini

Agli inizi della primavera, quando i nostri profumati ciclamini hanno terminato la fioritura, vengono messi a riposo e nel caso in cui le piante siano sufficientemente grandi e forti possono riprodursi per dare vita ad altri incantevoli ciclamini. La moltiplicazione del ciclamino attraverso il bulbo non è, infatti, complessa da eseguire ed anche i giardinieri meno esperti possono generare piccole piante godendo la gioia di vederle crescere lentamente fino a diventare rigogliose.

Per la moltiplicazione dobbiamo scegliere le piante più grandi con i bulbi ricchi di gemme ed attendere la primavera, la stagione in cui hanno perso le foglie ed i fiori. Il primo passo consiste nel dividere le radici e quindi si procede alla divisione del bulbo, facendo attenzione a spartire bene le gemme tra le due parti, prima di eseguire un taglio netto con l'aiuto di un coltello ben affilato.

A questo punto non resta che preparare un vaso per ogni bulbo riempendolo con terra morbida ricca di humus e sabbia ed avendo l'accortezza di creare l'habitat perfetto le piantine che dovrebbero riposare ad una temperatura sui 15 gradi.

Se non disponiamo di piante possiamo comprare i bulbi (facendo sempre attenzione che abbiamo molte gemme) oppure i semi di ciclamino.

Il periodo migliore per la semina è l'estate ed il terreno più adatto ad accogliere i semi di ciclamino è formato da terriccio fertile e sabbia, da inumidire frequentemente e al fine di trattenere l'acqua più a lungo è consigliabile coprire le vaschette dei ciclamini con fogli di plastica, in modo da impedire l'evaporazione. 

Dopo qualche settimana, all'incirca un mese o poco più, spunteranno i germogli ed arriva così il momento di liberarli dalla plastica e concedergli un po' di luce, aumentandola in modo graduale in base alla crescita della pianta che, non appena abbastanza resistente, va collocata in un vaso nel quale inizierà a crescere fino a quando non necessiterà di un rinvaso, sempre da eseguire nel periodo di riposo.